L’annullamento breve del matrimonio

L’annullamento breve del matrimonio

L’8 settembre 2015 S. Santità Papa Francesco ha modificato il processo per dichiarare la nullità del matrimonio celebrato in Chiesa (il cosiddetto “annullamento del matrimonio”), con una legge che entrerà in vigore l’8 dicembre 2015. In sintesi, il processo ordinario è più rapido (un anno al massimo): se la sentenza dichiara la nullità del matrimonio non è più necessaria – come prima – la conferma del tribunale d’Appello; trascorsi quindici giorni senza appello, diviene esecutiva. Se viene proposto appello da una Parte o dal Difensore del Vincolo, prima si valuta se l’appello sia motivato oppure no; se non è motivato o se è stato fatto solo per allungare il processo, il Tribunale d’Appello conferma senz’altro la sentenza; più semplice: perché non sono più necessarie due sentenze; viene inoltre dato valore di piena prova della nullità alle dichiarazioni delle Parti (i coniugi), a determinate condizioni; più vicino geograficamente ai fedeli: per la modifica e semplificazione della competenza per territorio;meno costoso: si invitano le Conferenze Episcopali a rendere gratuito il processo, salva la retribuzione degli operatori dei Tribunali; inoltre sarà più raro dover sostenere i costi dell’appello, visto che i casi di cause di appello saranno filtrati e saranno più rari.

Nei casi di evidente nullità, poi, è stato introdotto il “Processo più breve davanti al Vescovo Diocesano“: in questo caso la domanda di “annullamento” deve essere presentata da tutti e due i coniugi, o da uno col consenso dell’altro, e devono esserci prove evidenti testimoniali o documentali che rendano chiara la nullità del matrimonio. In questo caso, giudica il Vescovo, entro un termine estremamente breve (circa uno/due mesi).

La maggiore velocità dei processi e la loro giusta semplicità non intaccano il principio di indissolubilità del matrimonio né la “Necessità di tutelare in massimo grado la verità del sacro vincolo” (Mp Mitis Iudex Dominus Iesus).

Rimandiamo alla pagina che tratta più ampiamente l’argomento: l’annullamento breve del matrimonio.

 

Phone: tel. 045-8105028, cell. 339-3269166
Fax: fax. 045-8196100
Verona
Via Pietro Sgulmero